Non ho avuto mai modo di provare le precedenti versioni, questa New Balance FuelCell Rebel v4 ha fatto colpo nel mondo del running, anche grazie ad uno stile “cubico” che condivide con la “sorella maggiore” Supercomp, la super scarpa piastrata in carbonio per i maratoneti d’elite.

La Rebel non ha la piastra in carbonio, ma ha il composto FuelCell, una gomma 80%Eva e 20% PEBA, morbida e rimbalzosa, adatta ad esprimersi in velocità.

Per quanto l’intersuola sia alta al tallone ben 30mm, e la gomma morbida faccia pensare ad una grande capacità ammortizzante, non c’è da farsi aspettative sbagliate: è una scarpa che ha un suo libello di comfort, ma non è certo da considerarsi scarpa ammortizzante, né una daily trainer veloce: la New Balance FuelCell Rebel v4 è una scarpa di categoria A1 in chiave moderna.

Scarpa veloce per atleti performanti.

 

NEW BALANCE FUELCELL REBEL V4

New Balance FuelCell Rebel v4

 

 

Caratteristiche:

Peso: 210gr
Drop: 6mm, altezza al tallone 30mm
Intersuola in gomma FuelCell, misto EVA (80%) e PEBA (20%)
Tomaia FantomFit

TOMAIA

La tomaia ha una forma molto arrotondata, ampia, con una zona avampiede larga che veste ampia intorno e sopra le dita, senza provocare punti di contatto spiacevoli.

Il tessuto FantomFit è molto fine e traforato, l’interno della scarpa è molto areato, si può sentire l’aria entrare se si corre a piede nudo.

 

Il sistema di allacciatura è con lacci in tessuto, molto morbidi.

Il bordo arancione è della fascia di tessuto di rinforzo che riveste l’interno della tomaia nelle zone laterali, per rinforzare la tenuta della scarpa sul piede.

NEW BALANCE FUELCELL REBEL V4

 

La linguetta para lacci è giusto uno strato di tessuto spugnoso con soffietti laterali in tessuto mesh traforato che la bloccano alla tomaia

 

La soletta interna è rimovibile, molto fine, traforata per permettere miglior traspirazione

Il collarino è discretamente imbottito e rivestito in materiale molto piacevole al tatto.

NEW BALANCE FUELCELL REBEL V4

 

La New Balance FuelCell Rebel v4  può essere calzata a piede nudo, risulta molto piacevole e fresca.

INTERSUOLA

L’ìntersuola della New Balance FuelCell Rebel v4 ha uno design molto particolare che la contraddistingue, e la accomuna alla Supercomp Elite.

Difficile dire se il design è funzionale alla prestazione, sta di fatto che i volumi sono importanti, con una zona sotto al tallone ampia e con “codone” molto sporgente.

 

 

La zona dell’avampiede presenta una curvatura molto accentuata verso l’alto

 

La gomma è molto morbida, forse troppo morbida: è molto piacevole sentire sotto il piede questa morbidità, sembra quasi di avere una scarpa super ammortizzante ai piedi!

Ma non è così.

Questa morbidità, questa elevata capacità compressiva, è il momento di una dinamica che vuole e può assecondare il momento di appoggio e spinta di un corridore evoluto, leggero, che ha un momento di impatto molto breve, e fa giare le gambe molto rotonde, che l’appoggio di tallone è quasi una carezza al terreno, ed il vero momento di scarico a terra è nella zona più avanzata della zona mediale, che in questa maniera assorbe e rimbalza via, senza nemmeno che il piede debba fare pressione di spinta.

Pressione di spinta che sarebbe inutile, andandosi a far assorbire dalla comma in un momento del passo in cui ormai l’intersuola così curva sotto le falangi, sta già alzandosi da terra.

 

Se si pensa di eseguire un passo poggiato come quello qui sotto:

 

Rullando e poi andando a spingere l’avampiede come si vede qui sotto:

 

Il passo viene smorzato, tutta la forza impressa viene assorbita dalla gomma, e la spinta non è poi così efficiente.

Se all’inizio può sembrare che si stia andando veloci e felici, è una questione di poche centinaia di metri che si capisce che non è così, e che si fa molta fatica.

Io che da trailrunner corro molto spingendo d’avampiede (corsa in salita) ho fatto molta fatica in questa scarpa a tenere la velocità, fino a quando non ho capito che dovevo cambiare tipo di passo. Un passo che non è il mio, roba da pistaioli…

SUOLA

 

La  suole della New Balance FuelCell Rebel v4  è strategicamente posta nei punti di maggior tempo di contatto a terra: poco al tallone (e non in coda) e molto nella zona sotto le falangi.

Già questo dovrebbe far capire che tipo di lavoro deve fare questa scarpa: fiorare a terra col tallone, scaricare in zona mediale…

Comunque, anche quel poco che c’è dietro, la gomma ha dimostrato di avere un buon comportamento anche su fondo bagnato. Asfalto, naturalmente. Ero con  la “cana” al momento delle foto, ad un certo punto gli ho dato dietro salendo sulle collinette erbose umide dove le piace correre e inzupparsi… ho fatto un volo…

 

CONCLUSIONE

Voi corridori che per correre veloce intendete fare 4’/km (per questo dico VOI) e volete farlo con una scarpa moderna, come la New Balance FuelCell Rebel v4…. beh, dovete imparare a correre almeno a 3’30″/km.

Questa è una scarpa da gara, e veloce. Con questa dovete correrci una mezza in tempi minori in cui pensereste di farla con una super scarpa da maratona.

Se siete in grado, ne trarrete anche piacere, perché è anche una scarpa piacevole da indossare e con cui accarezzare il terreno.

 

 

Visita il sito New Balance

 

 


New Balance 1080 v13 & Vongo v6

New Balance 880 v14, daily trainer vivace

Visualizzazioni: 312