La Sportiva Jackal 2 Boa conferma e aumenta la mia considerazione di scarpa che, per quanto non fosse il mio tipo di scarpa, mi era piaciuta parecchio La Sportiva Jackal, tanto da considerarla la migliore scarpa per trail running di tipo alpino, tanto da descriverla, già nel titolo della recensione, la “Game Changer”.

Calzando la nuova La Sportiva Jackal 2 Boa, mi son detto “ma perchè non l’hanno fatta subito così?”.

Il sistema di allacciatura Boa ha apportato delle modifiche alla tomaia, ed è come se questa modifica avesse tirato fuori al meglio tutte le potenzialità di questa scarpa.

Caratteristiche:

Peso: 300gr
Drop: 7mm , altezza al tallone 29mm
Suola FriXion XF 2.0 white rubber, Impact Brake System con tasselli profondi 3.5mm
Intersuola a due densita, con Compression-molded EVA e Infinitoo PU inserts, con piastra Rock Guard in EVA

TOMAIA

Prima di tutto occorre fare attenzione alla taglia: può servire mezzo numero, se non uno intero, rispetto a quello che si usa di solito con altre marche. Tipico di quasi tutti i modelli de La Sportiva.

Io ho usato una scarpa 10.5, ci stavo preciso, troppo preciso per i miei gusti, con le dita a toccare – non premere – il puntale.

Il piede è ben sostenuto nella zona dell’ossicione dell’alluce, col tessuto che comprime il giusto, mantenendo il piede ben saldo, mentre la zona esterna veste ma non schiaccia il mignolo.

Nella zona mediale il capolavoro.

Qui la tomaia de La Sportiva Jackal riprende il sistema WRAP utilizzato nella Cyclon, con il tessuto dalla parte interna che ha due fascette collegate ai lacci di compressione che si collegano indipendentemente a due rotelline poste sul lato esterno.

Una volta girate le rotelline, le due fasce tirano tutta la parte interna della tomaia a fasciare il piede in maniera perfetta, totale: sembra che la scarpa diventi un tutt’uno col piede.

Al di sotto dei WRAP I Jackal II BOA ha una linguetta paralacci imbottita integrata al colletto Spiyralift, che avvolge il piede sopra la caviglia, come una ghetta.

Il contrafforte tallonare è ben strutturato con le imbottiture interne che creano un vero e proprio cuscinetto perimetrale che va ad avvolgere il piede, stabilmente.

INTERSUOLA

L’intersuola de La Sportiva Jackal 2 BOA è composta da una struttura in EVA a tutta lunghezza , molto stabile, con al suo interno degli inserti in poliuretano Infinitoo™ , posizionati sotto al tallone e sotto l’avampiede, che migliorano il comfort durante la fase di atterraggio e migliorano la reattività dell’intersuola in fase di spinta.

La scarpa sembra rispondere meglio alla guida del piede, come se la tomaia agisse non solo stringendo il piede alla scarpa, ma anche collegandoli!

La protezione dal fondo è totale, non si percepiscono perturbazioni dovute alle asperità del fondo.

 

SUOLA

Il reparto suola de La Sportiva Jackal 2 BOA è lo stesso della versione precedente, per quanto riguarda la configurazione e disposizione dei tasselli, fatta con gomma Frixion Red, la mescola a doppia composto che è un compromesso tra durabilità e tenuta, tra le diverse prodotto da La Sportiva.

E’ una suola molto efficace su rocce, su fondi terrosi e compatti, come su quelli più friabili.

La scarpa è ben scorrevole, e non perde mai contatto col fondo, specie negli appoggi in discesa, grazie alla configurazione Brake System dei tasselli.

CONCLUSIONE

La Sportiva Jackal 2.0 Boa è una scarpa perfetta per chi ama un solido contatto a terra e risposta pronta, una scarpa agile che permette al piede di districarsi sui sentieri in totale sicurezza, della serie corro alla cieca, niente può toccarmi, nuocermi, passo attraverso le cose, non c’è bisogno che penso dove mettere il piede, ci pensa lui da solo. Non so se mi sono spiegato…

Ci si può correre e anche camminare, come fosse una scarpa da trekking, meglio di una scarpa da trekking. Una corsa energica, di un piede che vuole dominare durante io movimento, non lasciarsi cullare nella gomma…

E’ una scarpa da montanari, più che da corridori stradisti che vanno in montagna.

 

VISITA IL SITO LA SPORTIVA

Visualizzazioni: 378