Da diversi anni utilizzo maglie tecniche in lana merino, sia per correre che per andare in bici, in questo caso come base layer sotto felpa o giacca antivento. Le preferisco alle maglie in tessuto sintetico.

Lana Merino: Pro e Contro

La lana merino – una qualità più pregiata di lana, più confortevole al tatto – è una firbra ottima per regolare la temperatura corporea, ha un ottima capacità coibentante.

L’aria viene intrappolata nelle “celle” che si formano tra le fibre e, a contatto con il corpo, crea uno strato isolante rispetto all’esterno.

Questo permette cos’ di mantenere il corpo al caldo quando fuori fa freddo ed al fresco quando fuori fa caldo.

La lana è una fibra naturalmente antibatterica. Grazie alla struttura a scaglie riesce a far si che i batteri responsabili dei cattivi odori non riescano ad annidarsi.

La lana merino ha una elevata apacità igroscopica.

Riesce ad assorbire una grande quantità di acqua che viene poi trasferita agli strati esterni del tessuto del capo di abbigliamento indossato, da dove successivamente evapora, restando asciutto nello strato interno.

La lana merino è in questo è migliore del cotone, ma non delle fibre sintetiche.

Per questo combinare alla lane merino una fibra sintetica come il Poliamide, si riesce a creare un tessuto molto performante, e resistente.

 

Test Maglie tecniche in lana merino

Dall’estate scorsa sto usando due maglie tecniche in lana merino, a maniche corte, della Tecso e della Oxyburn.

Da quando ho iniziato ad usarle, non uso più quelle in sintetico.

Le uso sia come maglietta, che come baselayer sotto una giacca a vento, specialmente quando esco di mattina presto, fa fresco, per proteggermi un po’ e non sentire la differenza di temperatura tra casa ed esterno. Dopo pochi minuti di corsa, apro la giacca per rinfrescarmi, o me la tolgo proprio.

Sono due maglie diverse per composizione, avendo quantità diversa di fibra in lana merino combinate con fibre di Poliamide.

La maglia tecnica Tecso Tech Shirt Merino Lite è composta all’85% di lana merino, mentre la maglia Oxyburn PErformo al 68%.

Queste rende i tessuti molto diversi

Tecso Tech Shirt Merino Lite

Tecso Tech Shirt Merino Lite

 

La maglia Tecso eEch Shirt Merino Lite è più morbida, più confortevole, più coibentante.

La maglie Oxyburn Perform è più fine, un po più rigida/ruvida, meno coibentante, ma più traspirante.

Preferisco usare la Tecso Merino Lite quando la temperatura è più pungente, la Oxyburn Perform quando è più caldo.

Oxyburn Perform

Oxyburn Perform

 

Sul sito Tecso viene indicata come temperatura massima di utilizzo 30° C.

L’ho usata anche con 35°C, e molta umidità. Durante l’uso non ho sofferto, ma a meta’ percorso, quando mi sono fermato, mi sono accorto che la maglia era madida di sicuro. Mi sono cambiato con la Oxyburn Perform: in questo caso ne sono uscito meno bagnato di sudore, proprio perchè la Perform ha più fibra di Poliamide, che così resta meno impregnata di acqua, risultando più ariosa durante l’esercizio.

 

 

 


Maglietta Tecnica OXYBURN PERFORM

TECSO Shirt Merino Lite, baselayer per il trail running

Visualizzazioni: 84