La Hoka Arahi 7 rappresenta lievi cambiamenti rispetto al modello precedente. E’ un modello che ho scoperto – dal mio negoziante di zona- tra più venduti tra questa tipologia di scarpe con supporto anti pronazione, e il più venduto tra i modelli Hoka.

Hoka è un marchio famoso per le sue scarpe molto gommate, molto ammortizzanti. Ma non manca tra i suoi modelli la possibilità di scegliere fra due dotati di supporto anti iper pronazione.

La pronazione è il normale movimento dell’elica podalica quando va a distendersi sul terreno.

L’iper pronazione è quel fenomeno che accentua una “caduta” troppo marcata verso l’interno.

Per compensare ed allineare questo fenomeno, le varie marche produttrici adottano sistemi che rinforzano la scarpa sotto l’arcata del piede.

Hoka ha due sistemi: la tecnologia H-Frame per modelli per ritmi lenti, e la tecnologia J-Frame per  modelli più brillanti.

La Hoka Arahi 7 è il modello leggero per correre in maniera brillante dotato della tecnologia J-Frame.

Caratteristiche:

Peso: 228gr, 34mm sotto al tallone
Drop 5mm, altezza al tallone
Intersuola in EVA con sistema anti pronazione J-Frame
Suola in gomma Durabrasion Rubber
Tomaia in tessuto piatto, linguetta integrata

Tomaia

La tomaia della Hoka Arahi 7 è in tessuto a maglia spesso, ben consistente,  ben traforato. Da un bel tocco fresco sul piede nudo.

 

Offre una vestibilità è aderente, adatta a chi vuole sentirsi ben compresso.

Le pareti laterali all’avampiede che comprimono le dita dei piedi, ma non in maniera esagerata, ma quanto basta per stabilizzare al massimo il piede. Le dita non si muovo, e tutto il piede resta ben saldo, ad iniziare dal tallone.

La conchiglia interna è ben rigida ed molto estesa sui fianchi del tallone, che resta ben fermato anche da un collarino molto strutturato.

Hoka Arahi 7

 

Il collarino è dotato di morbide imbottiture interne, che forniscono un tocco confortevole. Esternamente è presente una sovrastruttura, che si estende alla parte posteriore, che forma un telaio di rinforzo.  Una volta tirato bene l’ultimo occhiello d’allacciatura, il collarino si stende sulla caviglia e blocca totalmente il piede.

 

La linguetta para lacci è ben imbottita e ben rivestita, assorbe benissimo la pressione dei lacci in tessuto. Soffietti in tessuto ai lati la stabilizza alla tomaia.

 

 

Intersuola

L’intersuola è fatta con una gomma Eva molto densa, non morbida come normalmente ci si aspetterebbe da Hoka.

La pianta d’appoggio è larga nella zona mediale interna, dove è presente il sistema J-Frame antipronazione.

Sistema J-Frame che è un inserto in gomma più rigida, molto esteso, che parte da dietro al tallone, va lungo tutto il lato interno fino all’altezza del mignolo. Ha una forma a lettera J.

 

Di solito gli inserti di gomma più dura interessano sono la zona laterale, mentre sotto al tallone la gomma è più morbida per favorire la comodità in fase di appoggio.

Questa rigidità, soprattutto nella parte interna, aiuta a ridurre lo sforzo che compie la caviglia durante la fase di distensione del piede. A chi soffre di iper pronazione, l’arcata del piede collassa verso l’interno, e tutto il peso del corpo e la dinamica del movimento va a caricare sulla caviglia che compie una rotazione sfalzata rispetto all’asse naturale di lavoro.

Un altro fattore che aiuta in tale senso è anche il differenziale tacco-punta di soli 5mm: maggiore è il drop, maggiore è il modo in cui si iperprona.

Hoka Arahi 7

 

La Hoka Arahi 7 non è una scarpa morbida e rimbalzosa. Gomme morbide o particolarmente rimbalzose non sono adatte a fornire al piede quella stabilità di appoggio durante la distensione del piede necessaria per evitare sovraccarichi e infortuni, specie se si corre tutti i giorni, anche solo brevi distanze.

Qui il passo è non duro, ma… netto.

Comportamento

La Hoka Arahi 7 non è scomoda in fatto di appoggio, ma si sente che è bella solida.

Non va tanto in compressione al momento dell’atterraggio, ed accompagna la fase di atterraggio in maniera decisa.

Non c’è contatto morbido e piacevole.

Durante il passo ci si sente ben distaccati dal fondo, come si fosse trasportati.

La scarpa effettua una rullata fluida, grazie alla sua geometria ben sostenuta dalla gomma densa che non cede sotto la pressione del piede.

Anche in fase di spinta non ci si sente affondare nella gomma, ci si sente “sollevati”. Questo anche grazie alla rullata decisa consentita dal rocker anteriore, che non è tanto accentuato ma inizia ben sotto la zona delle falangi

Non è una scarpa quindi per allenarsi sugli scatti, dove si va a far forza con la gamba e con l’avampiede per partire in accelerazione, per sviluppare la velocità.

 

 

Conclusioni sulla Hoka Arahi 7

La Hoka Arahi 7 è una scarpa della categoria “daily trainer”, appunto: scarpa per chi vuole correre tutti i giorni con ritmo brillante, senza ambizioni di personal best, ma per stare bene, sia fisicamente che psichicamente.
Una scarpa con cui correre 8/10 km ad una velocità tra i 5′-5’30″/km.

Per ritmi più lenti, o per aumentare le distanze, meglio optare per la la Gaviota, modello più protettivo, che coniuga stabilità a morbiditezza che può essere più adeguata a ritmi lenti, o utilizzo prolungato.

 

Visita il sito HOKA

Visualizzazioni: 53