La Puma Deviate Nitro 2 è un evoluzione di un modello che aveva rivalutato Puma nel mondo del running, pur con tutti i suoi difetti, che sono stati corretti in questa versione: più comoda da calzata, più stabile in appoggio, e sempre ad un prezzo invitante

Caratteristiche:

Peso: 262 gr/ 214gr versione femminile
Drop: 8mm 30 mm nell’avampiede / 38 mm nel tallone.
Intersuola: gomme NITRO e NITRO Elite con piastra PWRPLATE
Tomaia: in tessuto con collarino integrato e dotata di supporto PWRTAPE, rinforzo mirato sulla tomaia per garantire maggiore supporto e resistenza.
Suola: gomma PUMAGRIP

Tomaia

La tomaia della Puma Deviate Nitro 2 migliora notevolmente la sua capacità calzante grazie ad un contrafforte tallonare completamente ridisegnato, normalizzato.

Adesso avrò un aspetto meno tecnologico, ma è molto più confidenziale, funzionale, comodo.

Il tessuto della tomaia è molto morbido, e per rinforzarne la capacità contenitiva è stato aggiunto un layer di supporto, a forma di arco, che attraversa tutta la tomaia nella parte interna.

Il puntale è raccolto ma non comprimente.

La linguetta para lacci è costituita da due strati di tessuto morbido, imbottita internamente nei punti di pressione coi lacci, e con il bordo conformato per avvolgere la caviglia senza creare punti di pressione durante i movimenti.

Intersuola

Anche nell’intersuola della Puma Deviate Nitro 2 sono state apportate modifiche importanti, come l’introduzione di uno strato di Nitro Elite sotto l’avampiede, ed uno di Nitro sotto al tallone, che rendono la scarpa più frizzante in fase di spinta, più stabile in fase di appoggio, anche grazie ad una piastra in carbonio PWRPlate ridisegnata.

Suola

In gomma PumaGrip, ricopre molta della pianta di appoggio dell’intersuola, rispetto a tante altre piastrate, che limitano al massimo possibile la presenza della suola per diminuire il peso.

Ci sono anche tasselli più profondi, è molto elaborata.

E nonostante tutto non sembra limitare l’elasticità dell’intersuola.

Il grip è ottimale su qualsiasi fondo.

Comportamento

Questa volta non ho avuto paura di indossare la Puma Deviate Nitro 2 senza calze, e ho trovato una scarpa comoda, col collarino ed il contrafforte tallonare che accolgono molto bene il piede.

Ho iniziato a correre e subito ho capito che questa scarpa non ama andare piano, con un tocco a terra robusto, ed un rimbalzo quasi accennato che finisce strozzato.

Ma già così si capisce che, rispetto alla precedente versione, non c’è più quel momento di instabilità in fase di appoggio.

Accelerando un po ho sentito migliorare la vitalità del Nitro Foam, ma anche una leggera asimmetria dei pesi al piede: vuoi per il drop, vuoi per la forma, la parte posteriore è molto più gommata e consistente, e si sente al piede.

Almeno finchè non si inizia a pestare forte: quel volume in più al tallone risponde in maniera esplosiva, e la scarpa sale e scende quasi annullando la propria presenza.

Ultimamente ho provato con molto piacere la Puma Velocity Nitro 2, con la quale si corre di piede, non di piastra.
La differenza tra le due scarpe si sente: preferiscono correre con la Velocity, mi fa sentire più vivo… ma già dopo cento metri con la Deviate faccio quasi tre passi in meno, tanta è la spinta che allunga la sgambata!

Riesco ad andare così veloce che non riesco a reggere il ritmo a lungo, a 750metri non riesco più a sostenere quel passo, mi spompo e rallento … E così, alla fine dopo un km ho fatto lo stesso tempo che con la Velocity…

Conclusione

La Puma Deviate Nitro 2 è una scarpa piastrata comoda da indossare, con grande capacità propulsiva, che da il meglio di se quando si preme l’acceleratore, permettendo di allungare il passo e rendere meno faticoso il gesto.

E’ una scarpa per atleti preparati, o comunque una scarpa complementare alla Puma Velocity Nitro se ci si vuole allenare a sviluppare certe capacità di corsa, permettendo appunto un gesto diverso.

 

About the Author: GIANLUCA GAGGIOLI

Free Trailer – tester materiali tecnici per il trailrunning