Ultimissime da Val di Zoldo, dove si correrà la Dolomiti Extreme Trail dal 10 al 12 giugno

A pochi giorni dall’edizione Dolomiti Extreme Trail 2022 crediamo di rendere un buon servizio ai partecipanti ricordando date, orari e le principali informazioni.

Dolomiti Extreme Trail

Gli ultimi preparativi

Prima di entrare nel dettaglio, qualche nota da parte di Paolo Franchi e Corrado De Rocco, responsabili staff del Comitato Organizzatore: Stiamo lavorando sugli ultimi preparativi e, compatibilmente con le condizioni atmosferiche, i partecipanti (in particolare quelli sulle lunghe distanze) troveranno tutto in ordine, anche nei tratti più alti ed impegnativi del percorso; non dovrebbero nemmeno trovare neve.

Sarà un’altra bella Dolomiti Extreme Trail, i 1600 partecipanti (record della manifestazione, così come è record il numero di nazioni presenti, sono ben cinquanta!) vivranno una splendida esperienza sportiva, quali che siano i personali obiettivi; del resto, come dice il nostro motto … Dolomiti Extreme Trail: più che una corsa contro il tempo, è un viaggio dentro sé stessi.

Un grosso in bocca al lupo a tutti

Ecco le gare:

  • 11 km, 700 metri dislivello +/-.Partenza domenica 12 giugno, ore 08.30. Tempo massimo 4 ore.
    Si percorrono le vecchie mulattiere di collegamento tra i fitti boschi e gli autentici borghi della Val di Zoldo. Un meraviglioso ed emozionante trail facile per entrare a stretto contatto con la quotidianità della vita di paese. Una corsa che farà nascere il desiderio di scoprire sempre più questi meravigliosi luoghi fiabeschi.
    https://www.dolomitiextremetrail.com/race-11k.html

 

  • 22 km, 1300 metri dislivello +/-. Partenza 12 giugno, ore 08.30. Tempo massimo 4 ore.

22 chilometri di piccole, sorprendenti scoperte. La gara che permette di ammirare il paesaggio dolomitico sotto un’altra veste: pareti rocciose elevate, ma anche l’incontro con la tradizione e la cultura locale di piccoli ed unici borghi nascosti allo sguardo di chi percorre solo il fondovalle.
https://www.dolomitiextremetrail.com/race-22k.html

  • 55 km, 3800 metri dislivello +/-. Partenza sabato 11 giugno, ore 05.00. Tempo massimo 13,5 ore.
    Il più rodato tra i trail “lunghi”. Presente in calendario fin dalla prima edizione DXT, nata nel 2013, la 55k è un appassionante saliscendi tra rocce e scenari incontaminati. Saranno proprio le rocce dolomitiche a darvi la gioia di correre puntando lo sguardo alla meta successiva.
    https://www.dolomitiextremetrail.com/race-55k.html

 

  • 72 km, 5500 metri dislivello +/-. Partenza sabato 11 giugno, ore 00.00. Tempo massimo 20 ore.
    Ultimo nato tra i trail DXT e virtuale punto di congiunzione tra 55k e 103k. 72 chilometri di pura sfida, perché dopo aver conosciuto lo spirito selvaggio e la maestosità delle Dolomiti della Val di Zoldo, sarà facile amare queste cime a tal punto da volervi sfidare anche nel 103 k.
    https://www.dolomitiextremetrail.com/race-72k.html

 

  • 103 km, 7150 metri dislivello +/-. Partenza 10 giugno, ore 22. Tempo massimo 29 ore.
    Questi numeri sicuramente non sono sufficienti a descrivere una gara in grado di suscitare emozioni indescrivibili. Il tracciato, molto impegnativo, ripercorre per diversi tratti l’Anello Zoldano, la celebre alta via che permette di scoprire le cime che fanno da cornice naturale alla Val di Zoldo.
    https://www.dolomitiextremetrail.com/race-103k.html

Il regolamento

Si raccomanda di prendere visione del regolamento delle gare:
https://www.dolomitiextremetrail.com/data/regolamento-dxt-2022.pdf

Il minitrail 

C’è anche un mini trail (partenza domenica 12 giugno, ore 09.00); una buona ragione per stare all’aria aperta e divertirsi insieme per intraprendere il sentiero giusto, scoprire, osservare e assaporare le piccole cose del meraviglioso paesaggio che ci circonda.

Due chilometri su sentieri, prati, strade sterrate arricchiti da divertenti ostacoli naturali, riservato a ragazzi e ragazze fino a 17 anni (i minori di 6 anni devono essere accompagnati sul percorso da un adulto).
https://www.dolomitiextremetrail.com/race-mini.html

About the Author: REDAZIONE TRAILRUNNING.IT