ASICS MALCESINE BALDO TRAIL 2022: La tre giorni dell’Alto Garda si conclude nel segno di Larch e Scaini

ASICS MALCESINE BALDO TRAIL 2022

L’altoatesino Armin Larch e la piemontese Alessia Scaini sono i vincitori della prova short (16km1185 m D+) che di fatto ha calato il sipario sulla prima edizione dell’Asics Malcesine Baldo Trail.

In numeri dell’edizione 2022

660 atleti da diverse nazioni, 4 gare su differenti distanze e una splendida sinergia tra regioni, comuni ed associazioni locali hanno decretato il successo di questo bell’evento disegnato sui sentieri del Monte Baldo, anche conosciuto come il “Giardino Botanico d’Europa”.

ASICS MALCESINE BALDO TRAIL 2022

 

Classifica alla mano sulla gara odierna l’altoatesino Larch non ha fatto sconti agli avversari. Partito di gran carriera ha condotto in solitaria tutta la gara presentandosi al traguardo di lungolago Paina in 1h23’36”. Secondo posto per Daniel Vinco 1h35’51”, mentre terzo si è piazzato Diego Bazzoli. Molto bene anche Luca Torresani 4° e Luca Vivaldi 5°.

La gara femminile

ASICS MALCESINE BALDO TRAIL 2022

Al femminile l’azzurra di corsa in montagna Alessia Scaini ha concesso il bis. Dopo il successo nella prova vertical inaugurale di venerdì, la piemontese di Susa ha trionfato in 1h40’16”. Alle sue spalle ottima seconda piazza per la talentuosa Arianna Dentis 1h47’26”. Piazzamento da podio anche per Giulia Zaltron giunta 3ª in 1h54’17”.

Sergio Bonaldi e Stephanie Kroll vincono la 24km, Luca Carrara e Marta Poretti re e regina sulla 54. Asics Malcesine Baldo Trail day two, dopo l’ottimo esordio di gara vertical, oggi sulle montagne di confine tra Veneto e Trentino si sono corse le due long distance griffate VRM TEAM Asd. I primi a prendere il via, di buona mattina, sono stati gli eroi della 50km (3.355MD+). Un’ora più tardi è stata la volta della “medium” da 24km (1.994MD+). Gli oltre 400 runner si sono confrontati su due tracciati di vera montagna che li ha portati in vetta al Monte Baldo. Nel “Giardino Botanico d’Europa” che non era assillato dal crono ha potuto godere si scenari mozzafiato sul Lago di Garda.

NESSUNA SORPRESA SULLA DISTANZA PIU’ LUNGA

Sui sentieri che uniscono gli abitati di Malcesine, Brentonico e Avio il bergamasco Luca Carrara ha sfruttato la propria esperienza lasciando sfiancare gli avversari per poi scalare due marce e involarsi in solitaria verso il traguardo. Per lui finish time di 6h00’08” che sarà anche il tempo da battere nelle prossime edizioni. Piazzamento da podio anche per Francesco Lorenzi, 2° in 6h12’14” e Matteo Bolis 3° in 6h21’16”.

Al femminile Marta Poretti ha vinto la prima edizione di questa spettacolare gara in 7h30’15”. Alle sue spalle bella prova di Barbara Giacomuzzi 2ª 7h45’10” e Irene Zamboni 3ª in 7h46’37”.

BONALDI CONCEDE IL BIS

A meno di 24 ore dal successo in gara vertical, il polivalente atleta orobico Sergio Bonaldi ha concesso il bis alla Asics Malcesine Baldo Trail vincendo pure la 24k. Nessun dubbio, nessuna incertezza. Per lui successo strameritato in 2h24’31”. Secondo posto guadagnato con una discesa a rotta di collo per l’azzurrino di skyrunning Mattia Tanara 2h32’29”, mentre sul gradino più basso del podio è salito l’olandese Tom Van De Plassche 2h36’24”.

Nella gara in rosa, nonostante un dritto fuori programma sull’ultima discesa, la super favorita Stephanie Kroll ha confermato i pronostici vincendo in 3h30’35”. Seconda piazza dietro la fortissima atleta austriaca per l’altoatesina Edeltraud Thaler (3h15’11”). Ad agguantare il terzo posto ci ha invece pensato la veneta Gaia Signorini (3h25’13”).

ASICS MALCESINE BALDO TRAIL 2022

A bocce ferme è già tempo di bilanci e nuovi obiettivi per i ragazzi del VRM TEAM Asd: «Con la consapevolezza che una prima edizione ha sempre ampi margini di miglioramento, siamo soddisfatti. Inutile negarlo – ha dichiarato il responsabile del comitato organizzatore Claudio Arduini -. Gli atleti ci hanno dato feedback incoraggianti, abbuonandoci alcune lacune, ma soprattutto confermando la nostra convinzione che questa location e questo format hanno grandi potenzialità».

IL BILANCIO

Entrando nei dettagli, Arduini ha proseguito: «Il meteo ci ha sicuramente dato una mano regalando a ogni singolo concorrente immagini e emozioni che difficilmente dimenticherà. Il buon esito della manifestazione lo si deve però all’impegno sinergico di tutti: enti pubblici, aziende che hanno creduto in noi e soprattutto ai volontari, vero cuore pulsante della manifestazione. Le associazioni locali si sono tutte schierate al nostro fianco e sono state grandiose».

Per il futuro? In primis cambierà la data: «Vorremmo provare ad anticipare l’evento di due settimane per avere una maggiore disponibilità alberghiera e provare ad aumentare i numeri. L’appuntamento è fissato dal 5 al 7 maggio 2023… tenetevi liberi».

 

Photo Credits Maurizio Torri

About the Author: REDAZIONE TRAILRUNNING.IT