SAN FERMO TRAIL 2022 – Aprono le iscrizioni per la 9ª edizione. Appuntamento al penultimo di agosto

San Fermo Trail, ormai una classica di metà estate. Lunedì apriranno le iscrizioni per la bella gara di corsa in montagna in programma domenica 21 agosto a Borno, sull’Altopiano del Sole.

Dietro le quinte i ragazzi dell’Evolution Team, un gruppo di agonisti e amici capitanato da Valentina Pezzotti che, edizione dopo edizione, ha saputo farsi conoscere ed apprezzare per passione e livello organizzativo.

L’evento sarà supportato da 3A Augusto Abbigliamento e avrà come partener tecnici Scott & Tornado.

SULL’ALTOPIANO DEL SOLE UN WEEK END RICCO DI APPUNTAMENTI:

Se la gara principe resta la San Fermo Trail con la sua formula consolidata e promossa sul campo, da non perdere i due appuntamenti in programma sabato 20: vero skyrunning il mattino con “Pizzo Camino Up&Down”, riflettori puntati su mezzofondisti di livello con la  “Yankee Run” nel immediato dopo cena.

Nel primo evento gli atleti selezionati dovranno provare a battere il tempo di riferimento stabilito lo scorso anno sul percorso di salita e discesa, a tratti molto tecnico ed aereo, che collega la piazza di Borno (quota 883 m.s.l.m) e la cima del Pizzo Camino (quota 2.492 m.s.l.m). A breve il comitato organizzatore selezionerà la coppia partecipante tra le candidature pervenute.

Protagonista della serata di sabato sarà la “Yankee Run”, competizione ad inseguimento proposta in collaborazione con Fly-Up di Mario Poletti. Un format consolidato che piace alla gente. L’evento vedrà ai nastri di partenza dieci atleti di alto livello che si sfideranno in una avvincente sfida ad eliminazione su un circuito ad anello di circa 250/300 ml di sviluppo.

NON SOLO AGONISTI:

Il sabato vedrà ai nastri di partenza anche i più piccoli con la ormai collaudata “Family Run”, giunta alla sua 7a edizione. Bambini, ragazzi e famiglie si cimenteranno su un percorso ad anello per le vie del paese. Non mancheranno la golosa merenda, le premiazioni per tutti i piccoli partecipanti ed il consueto schiuma party.

SAN FERMO TRAIL, PERCORSO CHE PIACE… NON SI CAMBIA: 

Quella di Borno è una vera e propria gara di corsa in montagna ideale per i neofiti del trail running, ma anche per veri e propri agonisti che vogliono testare gambe e condizione su un percorso vario e mai banale. Da affrontare vi sono 18 chilometri con 1.261 m di dislivello positivo e negativo. Dalla suggestiva piazza di Borno (883 mslm) si sale fino a raggiungere il rifugio San Fermo (1868 mslm). Da qui parte un traverso tecnico e panoramico (Sentiero Alto) di circa 4 km porterà gli atleti ai 1921 m del monte Arano. Dal GPM comincia la discesa tecnica che porta al rifugio Laeng (1769 mslm) nella conca di Varicla e che poi tocca il suggestivo lago di Lova prima di piombare sul pittoresco traguardo di Borno.

UN EVENTO SEMPRE PIU’ GREEN:

La San Fermo Trail rientra nel circuito “Valle dei Segni Mountain Cup”, promosso dalla Comunità montana di Valle Camonica per valorizzare il territorio e promuovere lo sport e la corsa in montagna. L’Evolution Team A.S.D., seguendo e condividendo le direttive fornite dalla locale amministrazione comunale sta lavorando per un’altra edizione “plastic free” bandendo bicchieri e materiali in plastica che saranno sostituiti con prodotti compostabili.
Proprio nell’ottica di promuovere e preservare il territorio, anche quest’anno la gara sposerà la campagna “io non getto i miei rifiuti” promossa dalla rivista Spirito Trail.
Per maggiori informazioni e iscrizioni: www.sanfermotrail.it

LE GARA IN PILLOLE

SAN FERMO TRAIL
Distanza: 18,26 Km
Dislivello: 1.261 m
Altitudine minima: 883.8 mslm
Altitudine massima: 1921.6 mslm
Record maschile: Henri Aymonod di 1h29’16”
Record femminile: Elisa Sortini 1h49’40”

PIZZO CAMINO UP&DOWN
Dislivello c.a. 1.578 m (D+/-)
Tempo di riferimento maschile: Mattia Tanara di 1h57’15”
Tempo di riferimento femminile: Maria Eugenia Rossi (La Meri) di 2h37’02”
Ora sotto a chi tocca…si aspettano sfidanti!!!

YANKEE RUN
Vincitore prima edizione: Iacopo Brasi (Team Scott)

About the Author: REDAZIONE TRAILRUNNING.IT