Aaperte il primo marzo le iscrizioni alla Half Martathon inserita nel calendario di Trento Running Festival che il primo fine settimana del prossimo ottobre tornerà ad animare il centro storico e alcuni angoli caratteristici del capoluogo.

Trento Half Martathon

“Puntiamo a proseguire nella strada ripresa con grande successo lo scorso autunno – commenta Ferruccio Demadonna – e confermare la formula incentrata su una filosofia per noi imprescindibile: far correre tutti tra i 2 e i 100 anni, in uno spirito certamente agonistico, ma improntato all’amicizia, al divertimento, alla socialità – tema quanto mai importante in questo momento – e perché no alla ricoperta slow delle bellezze della nostra meravigliosa città e dei suoi affascinanti scorci storici e ambientali”.

INFO E ISCRIZIONI su www.trentorunningfestival.it

NOVITA’ 2022

A fianco dello storico Giro al Sas, alle gare giovanili, alla Kids Run e alla Half Marathon quest’anno Trento Running Festival riproporrà la Happy Family ovvero un vero e proprio legame tra la città e il mondo dei grandi campioni, con la possibilità di calcare lo “stesso palcoscenico” degli stratosferici interpreti dello storico Giro al Sas.
Trento Half Martathon-2022

Ma la vera ciliegina sulla torta, doppia, è l’arrivo della Quarter che si disputerà su un tracciato di 10,548 Km.
Si è così voluto rispondere positivamente alle richieste degli appassionati e delle appassionate, il cui numero ogni anno aumenta.

Era una novità importante e gli organizzatori sono stati certamente aiutati dal nuovo tracciato della Half, che ha la possibilità di essere utilizzato in modo modulare.

Insomma un omaggio a chi ci segue l’evento di Trento da anni e magari non è più in grado di affrontare la Half Marathon o più semplicemente vuol mettersi alla prova per futura partecipazione.

PERCORSO

La Trento Half Marathon 2022 riproporrà il “nuovo” percorso sperimentato con grande successo lo scorso ottobre. “Si è rivelato velocissimo – spiega Demadonna – ha ricevuto i complimenti dei campioni (con il record di 1h00’15’’) e dei semplici appassionati”.

Certamente si è dimostrato molto scenografico anche da punto di vista della comunicazione media come dimostrano gli ottimi risultati delle telecronache TV di RTTR e di RAISPORT. E’ un tracciato “panoramico”, una sorta di balcone privilegiato su tutte le bellezze della città: c dal salotto buono rappresentato dal Centro storico, in particolare Piazza Duomo, ma poi il Castello del Buonconsiglio, il Muse, le Torri, Piazza Dante. Insomma, carta vincente non si cambia…”

Trento Half Martathon
La storia e le bellezze di Trento saranno così nuovamente protagoniste dei 21,097 metri della Trento Half Marathon: la partenza ospitata da Piazza Dante, quindi i passaggi ai piedi di Torre Vanga e poi lungo Viale Rosmini fino a raggiungere il quartiere Le Albere con il Muse – Museo delle Scienze – ed il vicino Palazzo delle Albere, il suggestivo Lungadige con la Chiesa di S. Apollinare, il ritorno in centro storico con Torre Verde, il Castello del Buonconsiglio, le mura di Piazza Fiera ed il chilometro finale sul tracciato del Giro al Sas che condurrà al traguardo di Piazza Duomo, ai piedi della fontana del Nettuno.

IL GIRO FA 75

Come un nobiluomo d’alto rango il Giro al Sas è pronto a tagliare il prestigioso traguardo delle 75 edizioni. È tra le più antiche competizioni italiana ma è certamente quella con il più prestigioso e antico albo d’oro capace di proiettare competere con le principali manifestazioni al Mondo.

A scorrerlo ne danno conferma gli Stefano Baldini, i Kenenisa Bekele, i Paul Tergat, i Jacob Kiplimo, i Muktar Edris e via dicendo. Una simile parata di stella la può vantare solo la Corrida di San Paolo, in Brasile.

Dopo i tre successi del 2014, 2015 e 2017 ed i molteplici piazzamenti da podio, l’etiope Muktar Edris – campione iridato in carica dei 5000 metri – lo scorso ottobre ha centrato il poker. Meglio di lui ha sinora fatto il keniano Edwin Soi, protagonista dell’incredibile cinquina consecutiva tra il 2009 ed il 2013. In testa a questa classifica vi è saldamente l’azzurro Antonio Ambu con sette vittorie negli anni ’60.
“Certamente festeggeremo degnamente: a Trento vincono solo i campioni” ricorda il presidente del Comitato Organizzatore Ferruccio Demadonna

PASSO A PASSO

Non solo agonismo ma anche cultura sportiva in linea con quanto la Città di Trento e il Trentino hanno espresso negli ultimi decenni da quando insomma risultano costantemente ai vertici delle speciali classiche di settore redatte in campo nazionale.

“Fa parte del nostro Dna di organizzatori abbinare l’aspetto agonistico a quello promozionale della corsa – spiega Demadonna.

Ecco quindi il ritorno di una proposta che garantisce la possibilità agli appassionati di correre “in allenamento” con il ritorno della bella stagione, affiancati da Tutor in grado di dispensare consigli e indicazioni ideali per migliorare le loro prestazioni tecniche e fisiche. In questo ambito si inserisce la collaborazione di Trentino Running Festival con Diadora del programma denominato “Passo a Passo”. A breve tutte le INFO sul sito www.trentinorunningfestival.it

About the Author: REDAZIONE TRAILRUNNING.IT